aiutatemi / help me / ajutaţi-mă

Immagine

scrivo all’oscuro

dagli occhi schizza …mille cavalli lucenti, minuscoli …

questo balcone, orbita del  occhio sinistro, mi sembra il Titanico

a quel punto verticale

mi tengo con le unghie di una matita come d’un pilone dalla nave

si spezza e cado, grafite si gonfia, e mi’inghiottisce

sento mie falangi come matite, lentamente tutte le ossa

cerco una camicia nuova tra i pioppi e questi sfuggono…

lungo la strada, obliqua, gli occhi diventano asce elastiche

e i cavalli emigrano nei cieli opposti

in un vecchio magazzino mi sveglio tra i fogli di compensato e botti con la colla,

al di là, come un …fuori,  tutto intorno, troppo  …niente

eco di un fischio,  mi punge, io… quell’eretico,  sospetto una religione in tutte le cose …

con un martello in mano, cerco di ricostruire il mondo, ma

l’ultimo chiodo in vita, che si è ucciso molto tempo fa in un palmo e si è alzato

lasciando le esclamazioni della paura, e il dolore, come possibile imminente epidemia…

sono rimasto a graffito nudo

aiutatemi

.Immagine

I write on the dark

from the eyes…  gushing  thousand horses shiny, tiny …

It balcony, left eye hollow,  seems Titanic

to vertical scene

I cling  with  fingernails of a the pencil as a mast

it broken and I fall, the graphite it swells,  and me swallowed

feel as pencils, the phalanges, slowly all the bones

I search for new chemise among poplars, and  they fleeing…

along the way, oblique,  eyes become elastic hatchets

and the horses emigrated in the opposite sky

to a old warehouse I wake up among plywood sheets and barrels with aracet,

beyond, as an …out, in around,  too much … nothing

the echo of sounds, oblong, me prick, heretical, suspect religion in all …

with a hammer in my hand I search to rebuild a world, but

the final nail in alive,  who committed suicide long ago  in a slap

leaving, astonishment for fear and pain as possible impending epidemic

i am with naked graphite

help me

.Immagine

scriu pe întuneric

din ochi ţăşnesc mii de cai lucioşi, minusculi…

balconul acesta, găvanul ochiului stâng, îmi pare Titanic

la scena pe verticală

mă ţin cu unghiile de un creion ca de un catarg

se frânge şi cad, grafitul se umflă înghiţindu-mă

simt falangele creioane, lent toate oasele

îmi caut cămaşă nouă printre plopi şi-aceştia …fug

de-a lungul drumului, oblic, ochii devin securi elastice

iar caii emigrează în ceruri opuse…

într-un depozit vehi mă trezesc printre folii de placaj şi butoaie cu aracet,

dincolo, ca un afară,  de jur împrejur prea mult …nimic

ecoul unui ţiuit prelung mă împunge, eretic, bănui religie în toate…

cu un ciocan în mână dau să reconstruiesc o lume dar

ultimul cui în viaţă s-a sinucis demult într-o palmă şi s-a-nălţat

lăsând mirarea fricii şi-a durerii ca o iminentă posibilă epidemie

.

sunt cu grafitul gol

ajutaţi

5 thoughts on “aiutatemi / help me / ajutaţi-mă

  1. Cosa o chi ti ha ispirato questa poesia Valerio? Io non mi accontento di leggere, ma anche di capire.
    Sarà che come persona creativa sono curiosa, ma davvero l’impressione che ne ho avuto è di un messaggio forte.

    Like

  2. il messaggio è forte
    anche se nessun autore non ha obligo di giustificare la sua opera, direi che il testo si puo capire pure partendo dalla ricerca della vera fede attraverso le cadute da alcuni piedestalli dei sogni e altre ricerche (visuti come poeta) che si sta identificando con il graffite dal matita…
    il vecchio deposito è il mondo, c’è tanto da farre ma per ricostruire un mondo nuovo ci serve un altro Gessu crocificisso
    quel chiodo dal suo palmo, due milla anni fa, lo ri-useremo con i nostri sbagli odierni…

    e pure altro ma come dicevo piu su

    Like

  3. Vero, nessun autore che sia un poeta o una persona creativa ha l’obbligo di commentare la sua opera, come lo è quello di chi osserva un’ opera o legge una poesia (che si spera si metta in rete per comunicare qualcosa…) cercare di capire, di condividere o non condividere qualcosa.🙂

    Personalmente ho voluto chiedere…prima di risponderti, anche se leggendo la tua risposta avevo compreso bene.

    Preferisco i dubbi alle assolute certezze .

    Io non credo che serva un altro Gesù crocefisso per salvare l’umanità, primo perchè sto male anche a vedere maltrattare un qualsiasi essere vivente….figurati poi ad infliggere per la seconda volta dei patimenti tremendi ad un essere umano , se pur figlio di Dio, che ha già dato in termini di sofferenza per un’umanità che in maggior parte non è degna di portare questo nome ed è la sola colpevole dei propri misfatti.

    E questo detto nel rispetto non solo della religione cattolica, ma di tutte le altri religioni e di libertà di pensiero se portano alla ricerca della spiritualità e dell’etica anche al di fuori delle religioni.

    Forse ci dimentichiamo questo : l’etica e la ricerca della spiritualità andrebbero coltivate prima ancora delle religioni di appartenenza, senza le quali nessuna religione, fedele o uomo ateo può essere credibile. Potrebbe anche essere questa la ragione del vero male del mondo.
    Ovviamente è solo un mio modesto parere del tutto discutibile come tanti altri.

    Ciao

    Like

  4. questo modesto testo non ha nessuna intenzione né di prendere in giro le cose troppo serie come sono le religioni, la fede, né di pretendere che rappresenta un’ idea verso la salvezza migliore di queli già conosciute dal umanità…
    infatti stavo dicendo che con i nostri peccati odierni Gesu è ri crocifisso…
    (io sono cristiano, anche indegno)
    l’etica forse sta partendo nel primo paradiso perduto
    Lei essendo solare (helios) spero di comprendere il mio scarso italiano, le mie ricerche ancora debole, sia come poeta o uomo.
    il vero male potrebbe essere o la mancanza d’amore, il bisogno d’amore che rode è crea frustrazioni… o forse i linguaggi commerciali?
    un altro Gesu non è possibile, neanche non servirà, ma solo il pensiero ci fa mandare oltre, per capire quanto è imminente qualcosa che dobbiamo pure fare… per non diventare di graffitto

    Like

  5. Vorrei parlare la sua lingua come lei parla l’italiano 🙂

    Le ricerche , ovunque siano dirottate, sono sempre costruttive. Ci sarebbe da preoccuparsi fosse il contrario.

    Non so quale sia veramente il vero male del mondo, però credo che la parola ‘amore’ bisognerebbe fosse seguita dalla parola ‘azione’ poichè sono solo le azioni che determinano la qualità dell’amore.

    Lei da bravo poeta qual è sa benissimo che una buona poesia che parla d’amore non può fare sempre rima con cuore per essere credibile. Una buona poesia che parla d’amore spesso fa rima con dolore e si prende spesso licenze poetiche fatte anche di ‘verità’ e non solo di parole zuccherate.

    Io helios so di certo che accanto a me esiste la notte come il bene esiste accanto il male. Dipende sempre da noi dove far pendere la bilancia delle nostre preferenze 🙂

    Buona serata

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s